Stanno per aprire le iscrizioni!

Iscrizioni-MM17-mangiafuoco

La Mostra Mercato di Pisogne giunge alla sua Ventesima edizione. Appuntamento e traguardo importante che testimonia il successo ottenuto nelle precedenti edizioni dalla rassegna dell’artigianato che viene svolta nel mese di Agosto nel contesto del centro storico del paese lustre del Lago d’Iseo. L’importante anniversario impone all’Amministrazione Comunale di prestare maggiore attenzione all’edizione del 2017, con una location rivista, contenuti espositivi di elevata qualità e spettacoli culturali di pregio.

Quest’anno l’edizione affronta quale tema “gli antichi mestieri e tradizioni” del territorio: è intenzione degli organizzatori allestire a tema i quartieri del centro storico, ripercorrendo le antiche professioni che generavano economia nel territorio di Pisogne. Per questo è intenzione dei promotori dare spazio alle attività che avevano quale legame la terra e l’acqua. Dalla lavorazione della pietra (le macine), alla pesca (il quartiere storico della “collaela”, era un quartiere dei pescatori), al ferro (presenza di miniere di ferro sul territroio collinare), alla coltivazione del grano (presenza di mulini), all’allevamento del bestiame da latte e alla produzione lattiero casearia, per finire alla lavorazione della lana.

E’ intenzione dell’organizzazione riaprire antichi cortili, in un percorso innovativo che collega spazi privati (chiusi nel corso dell’anno) a vicoli del borgo antico. La 20^ Mostra Mercato ha la finalità di ricreare antiche usanze ambientate nel cuore storico del Paese dove la storia è scritta nelle strade e nei vecchi quartieri che non hanno più le sembianze di un antico passato ma che per otto giorni torneranno a rivivere mestieri, profumi e sapori del tempo che fu.

Pisogne ospiterà artigiani provenienti da tutta Italia, spettacoli, rievocazioni storiche ed artisti di strada che ogni giorno ed in diversi momenti della giornata allieteranno gli oltre 80.000 visitatori. L’occasione permette agli organizzatori di valorizzare il rilevante patrimonio storico che questo borgo affacciato sul lago possiede, al fine di promuovere e le bellezze architettoniche e culturali in esso collocate, come le porte della Torre del Vescovo e della settecentesca Villa Damioli: luoghi da vivere attraverso spettacoli culturali, laboratori ed espositori che si alterneranno durante il periodo della Mostra.