Edizione 2015

Come ogni agosto, da diciotto anni a questa parte, la Mostra Mercato di Pisogne torna ad incantare le serate del borgo: per otto giorni la città che si riflette sul lago si trasforma, indossando il suo vestito più bello, in un palcoscenico che accoglie e ospita artisti, artigiani, depositari di saperi.
Per l’edizione 2015 il tema scelto è l’ACQUA, come elemento fondamentale del paesaggio lacustre, risorsa, nutrimento, vita.
L’intero borgo verrà allestito seguendo questo tema: negli angoli del paese il turista potrà trovare antichi naet – l’imbarcazione tipica del lago d’Iseo che veniva usata dai pescatori – illuminati, reti da pesca saranno posizionate lungo tutte le vie del borgo, alcuni scorci verranno illuminati con installazioni luminose a tema, anch’esse narrazioni visive del territorio.
L’evento diventa un susseguirsi di emozioni e visi di persone, dove trovare buon cibo e tradizione, giovani accademici accanto ad artisti navigati, artigiani di ieri, del design contemporaneo e persino artigiani del racconto.
Ma soprattutto spettacoli: spettacoli musicali, di strada, di acrobati; spettacoli in cui lasciarsi trascinare dal ritmo e spettacoli che lasciano con il fiato sospeso; spettacoli che coinvolgono il passante e spettacoli da guardare con il naso all’insù.
La Mostra Mercato 2015 elegge Pisogne il borgo delle arti performative: ogni sera, per tutti gli otto giorni della manifestazione, ci saranno un minimo di 5/6 spettacoli, organizzati in differenti angoli del centro storico, per fare vivere Pisogne e permettere ai visitatori di scoprire tutti i meravigliosi scorci del borgo medievale.
Grande spazio sarà dato all’arte, grazie alla presenza di artisti, laboratori e mostre per tutti i gusti.
Interessante la collaborazione con un gruppo di giovani studenti dell’Accademia Santa Giulia di Brescia, con il Teatro Fisico di Torino, con la Scuola di Scultura del Legno e della Creta di Pisogne.
Da segnalare anche la presenza della mostra di un’artista di fama internazionale che pubblica per le Edizioni Corraini di Mantova: Harriet Russell, illustratrice inglese che con la freschezza del suo tratto riesce a tradurre concetti importanti in maniera semplice.
Fiori all’occhiello di questa edizione la presenza, nella serata inaugurale, di una performance di carattere internazionale con il gruppo teatrale belga D’Irque and Fien con il loro magico spettacolo “Carrousel des Montons”: un acrobata, una pianista e un pianoforte che salirà verso il cielo per fare sognare il pubblico di ogni età; il Trio Trioche, in tournée in vari paesi d’Italia e all’estero, con uno spettacolo comico musicale senza parole, con opere di Mozart, Rossini, Bizet, Bellini e la Grande Opera con uno spettacolo che farà divertire e apprezzare le virtuose capacità canore e musicali del gruppo toscano; la collaborazione con la nota orchestra da camera I musici di Parma, che ha scelto il palco della Mostra Mercato di Pisogne per una delle attese date estive.
E ancora gli spettacoli “Acquaria” e “Il circo delle Nuvole” del celebre autore e illustratore per bambini Gek Tessaro, dove il racconto si anima mediante l’utilizzo della lavagna luminosa. Nella grande magia della suggestione data dal buio, la lavagna luminosa proietta le immagini, realizzate sul momento, ingigantendole. Utilizza tecniche diverse: acrilico, collage, acquarello, inchiostri e sabbia, sviluppando così scenografie bizzarre, divertenti e poetiche. Costruzioni effimere che vivono, crescono e si concludono con la fine del brano.
E ancora vari spettacoli di artisti di strada, tra prosa, acrobazie, fuochi e giochi di bolle; tanta musica (lirica, classica, bandistica), danza e corpi in movimento.
La carrellata delle proposte prosegue con l’artigianato e con la volontà di trasformare la piazza centrale del paese in un grande laboratorio a cielo aperto dove artigiani dimostreranno al pubblico curioso il saper fare, l’abilità manuale, la poesia della creatività: dall‘antico mulino alla lavorazione della lana, dalle realizzazioni in ceramica all’arte dei giovani street-artist, fino ad assistere a una vera e propria dimostrazione di come vengono costruiti alcuni strumenti musicali (violini, batterie, chitarre, banjo).
La superficie della piazza, grazie ai capolavori ad effetto tridimensionale realizzati dai madonnari, si trasformerà in uno specchio d’acqua che darà l’idea di camminare sul lago. L’acqua, il lago e tutti i suoi abitanti si sposteranno nella piazza principale, nei vicoli, sulle pareti. Si potrà trovare una pozza d’acqua in mezzo a un marciapiede o un pescatore che lancia la sua esca dalla finestra di una casa.
Dal centro di Pisogne si svilupperà, infine, il classico percorso espositivo per i dedali del paese, dove tra viuzze suggestive, antiche cantine e incantevoli scorci di paesaggio sarà possibile ammirare e acquistare i prodotti artigianali (lavorazione del ferro, della ceramica, del vetro, della pelle e della stoffa).
Per l’edizione 2015 l’organizzazione della Mostra Mercato di Pisogne ha deciso di apportare un’importante novità alla sua proposta artigianale e culturale, arricchendola con l’inaugurazione del Borgo del Gusto: un intero quartiere all’interno del quale poter scoprire e acquistare i migliori prodotti biologici, quelli a chilometro zero, e le migliori eccellenze del made in Italy.
L’obiettivo è quello di far scoprire a turisti e visitatori le tante aziende agricole che lavorano con passione e dedizione per produrre cibi e materie prime di qualità superiore, nel rispetto dell’ambiente e dei cicli della natura, raccontando le storie e i sapori delle nostre radici.
Grande attenzione, come ogni anno, sarà dedicata alle attività per il più piccoli: sono previsti vari laboratori di modellazione di creta, legno, gesso per tutte le età. I workshop aiuteremo i piccoli a concretizzare le loro idee attraverso tecniche manuali e antiche lasciando spazio a fantasia e creatività.
I piccoli scopriranno inoltre, attraverso il laboratorio “Storie di Carta”, come nasce la carta e verranno guidati nella realizzazione di un piccolo volume – instant book, dedicato al tema dell’acqua come vita, come risorsa, come bene prezioso. Con l’acqua si crea la carta, dalla carta nasce un libro, da un libro un’avventura.